Mirror

Edizione: 
2017
Larghezza: 
120
Altezza: 
100
Anno Opera: 
2016
Tecnica
Olio su tela
Descrizione
In questa mia opera non ho inteso rappresentare un comune atto sessuale condiviso da una donna e da un uomo; quest'ultimo infatti pur essendo presente fisicamente è psicologicamente assente in quanto la sua funzione è quella di un mero strumento. Anche la donna non è se stessa, o meglio, è solo una parte di se stessa, la più profonda, la più oscura. Essa è preda di un demone che la istruisce non tanto sui misteri del sesso, quanto sull"esigenza del dominio assoluto. Ma il demone non si limita ad istruirla, bensì la possiede, facendo leva proprio sui suoi desideri e sulle sue pulsioni più carnali. La femmina ormai posseduta, assume anche le sembianze del demone, diventando tutt'uno con esso. Inizia a questo punto il terribile rito, attraverso il quale, esercitando una veemente sensualitá erotica, costringe il maschio (membro) ad una passivitá assoluta che rappresenta in modo plastico la sua totale soggiacenza al sesso femminile e ai suoi più occulti e tenebrosi poteri.